Propedeutica Musicale 5 anni

Il corso di Propedeutica musicale, tenuto dalla maestra Miriam Repossi, è rivolto agli allievi di 5 anni della scuola materna G. Rossello. 

Programma del corso

Analisi sonora ambientale, vocale e strumentale

  • Ascolto e distinzione di suoni-rumori di un determinato ambiente (l’aula, il bosco, la città).
  • Realizzazione e riproduzione di eventi sonori ambientali (il temporale) attraverso l’utilizzo degli strumentini musicali, della carta, degli oggetti sonori (banco, penne, sedie) prestanto attenzione alle diverse caratteristiche sonore.
  • Scoperta e riconoscimento dei suoni degli strumenti musicali (violino, pianoforte, flauto, chitarra…) attraverso l’ascolto di diversi brani strumentali.
  • Esplorazione dei diversi timbri vocali e delle diverse espressioni vocali.
  • Scoperta delle diverse intensità sonore: forte-piano, crescendo-diminuendo ed imitazione con il corpo e la voce.
  • Scoperta delle diverse altezze sonore: suoni gravi-acuti.
  • Sviluppo graduale dell’intonazione attraverso frasi cantate ( vado su… torno giù…).

 

Suono, gesto, ritmo

  • Utilizzo del corpo e della voce come strumenti naturali per realizzare suoni e riprodurre sequenze ritmiche.
  • Esecuzione di sequenze ritmiche semplici e più complesse attraverso l’utilizzo del corpo e degli strumentini musicali.
  • Realizzazione di frasi ritmiche nelle quali si alternano battiti sonori e pause.
  • Esecuzione di ritmi binari e ternari (scoperta del ritmo attraverso la parola e il suo accento: Me-la, Pe-ra; Gia-co-mo, Da-vi-de…) ponendo particolare attenzione alla coordinazione tra voce, battito di mani e piedi in base all’accento metrico delle parole (relazione tra accento ritmico e accento metrico).
  • Proposta di brani con ritmo binario e ternario associata al movimento del corpo.
  • Memorizzazione ed esecuzione di semplici canti accompagnati dagli strumentini e dal movimento ritmico del corpo in modo che il bambino possa imparare a coordinare il respiro ed il canto al gesto.

Obiettivi

  • Sviluppo dell’attenzione e dell’imitazione.
  • Educazione all’ascolto.
  • Sviluppo del senso ritmico e della coordinazione motoria.
  • Sviluppo graduale dell’intonazione.
  • Sviluppo della capacità del bambino di relazionarsi con i compagni attraverso il linguaggio non verbale.